06/07/2015 Recanati

Protagonista di questo secondo appuntamento è Atelier Bow-Wow, lo studio di architettura con sede a Tokyo, fondato nel 1992 da Yoshiharu Tsukamoto e Momoyo Kajima. A distinguerli dai più prestigiosi studi giapponesi è il profondo lavoro di investigazione che il duo conduce.

Quello che li caratterizza è la loro ricerca: una investigazione sulle micro-architetture vernacolari che cerca di dare una logica alla complessità urbana delle metropoli moderne.

Nelle loro architetture i Bow-Wow cercano di mettere in pratica principi tratti da esempi esistenti, alterandoli in modo da creare una nuova realtà. Grande importanza assume l’uso dello spazio e la sua condivisione e occupazione. Nell’edilizia privata, le proposte prevedono una abolizione di tutte le partizioni per creare uno spazio continuo ma organizzato e le scale e i pianerottoli vengono usati per enfatizzare questa continuità.